Gelsomina, la culla del maritozzo siciliano, raddoppia con l’apertura del suo secondo locale a Milano

Ci sono due giovani imprenditori intraprendenti che amano prenderci per la gola, sono loro infatti i papà di alcuni dei locali aperti in questi mesi che stanno spopolando nelle serate meneghine. Si chiamano Ilaria Puddu e Stefano Saturnino  sono i fondatori di Giolina, Pizzium, Marghe, Crocca e Gelsomina. Proprio quest’ultima raddoppia a Milano, aprendo una nuova sede in Via Fiamma al civico 2, vicino a Piazza Santa Maria del Suffragio.

 

L’arredamento e il design del nuovo locale si ispirano a quello di via Tenca 5 in ogni dettaglio, dalle piastrelle in ceramica di Vietri alle collezioni vintage di piatti e tazzine “della nonna” fino ai tavoli e le sedie bianche, fatte artigianalmente da un fabbro di Orvieto. Un vero e proprio angolo di pace, accogliente come i più bei giardini d’estate, ma verde in ogni stagione. Tutto profuma e trasporta tra paesaggi e atmosfere italiane, come un viaggio tra Puglia, Sicilia e Campania dove anche la pasticceria e i piatti del pranzo ricordano l’accoglienza e il calore del Sud. “Un giardino sognante dove si ferma il tempo” è come Ilaria Puddu, una delle fondatrici,  chiama Gelsomina, che è anche un laboratorio in continuo fermento che sforna quotidianamente dolci, pasticcini, lievitati, piatti generosi e confortevoli, dal meglio della tradizione meridionale e regionale italiana ma curatissimi e serviti in chiave moderna.
A capo del team da Maggio 2020l’Executive Pastry Chef Paola Bertolli, giovane pasticcera con alle spalle esperienze di successo come Palazzo Parigi, Pavé e Martesana, che ogni giorno si dedica a ricercare e scovare nella cultura culinaria italiana materie prime, lavorazioni e specialità uniche e poco conosciute a Milano come l’introvabile marmellata di gelsi neri o le Busiate – direttamente da un pastificio di Trapani – con pesto siciliano. Fin dal primo mattino Gelsomina profuma di dolci buoni, con le sfoglie e i lievitati generosamente farciti, o le brioche siciliane con il tuppo. E se siete amanti delle colazioni salata nessun problema da Gelsomina ci sono anche quelle tutti i giorni fino alle 16 troverete quiche originali e gustosissime, come quella con fichi caramellati, taleggio DOP e Speck dell’Alto Adige IGP, oppure con mele, rosmarino e cipolla dorata. Ma anche uova strapazzate o poche, insieme al pane ai grani antichi e avocado o salmone marinato. Tanti eccellenze gastronomiche che arrivano  da tutta Italia, dalla burrata alle alici di Cetara, dal Pomodoro San Marzano dop ai Fior di latte di Agerola – materie prime buonissime che si trasformano in ricette originali: c’è la celebre panzanella, con frisella pugliese, mozzarella di bufala campana dop, datterini gialli, olive caiazzane, cipolla di Tropea caramellata e basilico, o le panelle siciliane con maionese all’avocado e lime, fino ai classici arancini al ragù su crema di piselli e menta.
E per tornare alla pasticceria  ci sono le frolle con il frangipane e la frutta fresca, come quella con crema pasticcera Gelsomina – una specialità aromatizzata con scorza di limone amalfitano, i cannoncini, i bignè e tanti altri dolci golosissimi. Oltre la caffetteria, le spremute e i centrifugati freschissimi e stagionali, non manca una selezione di vino e birre artigianali.
E voi avete già provato la“Gelsomina experience” ? Ne consigliamo una ogni mattina, davvero il rimedio naturale per riprendere la scuola o il  lavoro con il mood giusto!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.